0824 892268

udpmontesarchio@virgilio.it

Welfare d’accesso

Il  Segretariato Sociale è individuato dalla Legge Regionale n. 11/2007 art.5 comma 1 lettera a), come servizio essenziale nella realizzazione del sistema integrato di interventi e servizi sociali. Per la sua alta prossimità al cittadino, il Segretariato è organicamente e funzionalmente collegato con i Servizi Sociali Professionali.

Il Segretariato sociale ha funzioni di:

ascolto, orientamento, accompagnamento, filtro, osservazione e monitoraggio dei problemi e dei bisogni-connessi alle singole domande degli utenti;

collaborazione al sistema di monitoraggio dell’offerta dei servizi (Sistema Informativo Sociale) nelle forme e nei modi previsti dall’Ambito Territoriali o da altri soggetti istituzionali titolati;

partecipazione al sistema di controllo e vigilanza sui servizi erogati con verifiche dell’efficacia, dell’efficienza e dell’economicità;

assicurazione della trasparenza e della fiducia nei rapporti tra cittadino e servizi;

Porta unica di accesso (PUA), intesa quale funzione esercitata sia dal Segretariato sociale per i Comuni sia dal Distretto Sanitario per l’ASL, con compiti di informazione, decodifica dei bisogni, orientamento, trasmissione delle richieste ai servizi competenti (sociali, sanitari e sociosanitari).

Il Servizio Sociale Professionale è un servizio strumentale del Piano di Zona e dell’Ufficio di Piano. Si caratterizza come luogo di accoglienza del cittadino e delle sue problematiche, e come strumento fondamentale per il monitoraggio e la valutazione dei servizi/interventi sociali.

Al Servizio Sociale Professionale spetta la presa in carico dell’utente e la responsabilità del progetto individualizzato del singolo caso. L’Assistente Sociale, quale case manager, è la figura professionale in grado di assumersi la responsabilità istituzionale del progetto individualizzato da realizzare insieme all’utente, alla sua famiglia ed altri servizi o enti coinvolti.

Il Servizio Sociale Professionale, in attuazione della programmazione del Piano di Zona B3, e in adempimento delle eventuali ulteriori competenze attribuite dal Coordinamento Istituzionale, tenuto conto delle direttive amministrativo-gestionali del Coordinatore dell’Ufficio di Piano svolge azioni di:

valorizzazione della centralità delle persone e della loro capacità di scelta ed autodeterminazione, attraverso il superamento di logiche assistenzialistiche e promuovendo le responsabilità del singolo soggetto e/o del nucleo familiare;

attività di aiuto ai singoli, ai gruppi, alle famiglie per lo sviluppo delle capacità atte ad affrontare, gestire e risolvere i problemi;

partecipazione, d’intesa con l’Ufficio di Piano, alle attività di programmazione, organizzazione e valutazione degli interventi e dei servizi sociali;

accompagnamento, monitoraggio e valutazione, dei servizi del sistema integrato di Ambito;

 

presa in carico dei casi e predisposizione di progetti di intervento personalizzati, in ragione delle competenze di Ambito, d’intesa con gli altri attori coinvolti, e tenuto conto delle eventuali disposizioni di organi giudiziari, in particolar modo con il Tribunale per i Minori e con la Procura Minorile;

realizzazione di forme di cooperazione tecnica ed integrazione con altri attori sociali, pubblici e privati;

strutturazione di percorsi di consulenza e sostegno psicologico per genitori e figli e definizione di piani individualizzati di intervento;

attivazioni di percorsi di orientamento, valutazione e sostegno nell’ambito dell’Adozione Nazionale ed Internazionale, dell’Affidamento Familiare, dell’Abuso e del Maltrattamento, della Mediazione Familiare, dell’Educativa Territoriale;

rilevazione, monitoraggio, analisi e valutazione di nuovi bisogni;

 

procedure amministrative con particolare riguardo alla normativa relativa alle materie oggetto dell’incarico;

 

conoscenza ed approfondimento attraverso analisi, studi e ricerche dei bisogni e problemi sociali, della domanda effettiva di prestazioni di interventi, delle risorse disponibili, reali e potenziali, e monitoraggio dell’efficacia e dell’efficienza dei Servizi;

partecipazione alle Unità di Valutazione Integrata dei bisogni, ai fini dell’integrazione socio-sanitaria, all’Equipe di Valutazione Integrata in collaborazione con Uffici Periferici del Ministero della Giustizia e ad eventuali nuove Unità di Valutazione Multidimensionale/Multidisciplinare;

partecipazione ed organizzazione, anche in collaborazione con enti pubblici e privati, di attività di aggiornamento e formazione per gli operatori dei servizi sociali e socio-sanitari;

collaborazione con le risorse territoriali del Terzo Settore per l’attivazione di interventi coordinati;

ogni altra attività professionale funzionale

Articolazione Welfare D'accesso (nella duplice funzione di Servizio Sociale Professionale e Segretariato Sociale)

Comuni Assistente Sociale
 Montesarchio Ruggiero Mariangela
Airola- Bonea Carapella Antonella
S. Agata de’ Goti – Durazzano – Frasso Telesino Ida Suppa
Campoli del Monte Taburno – Tocco Caudio – Paolisi Flavia Tangredi
Bucciano – Pannarano – Forchia Gerarda Maddaloni
Arpaia – Moiano Anna Meccariello